Mission

Chi siamo

Ci avete conosciuto con tanti nomi, Volontariato Peepul, A. S. D. Peepul sport e Cosy for you e infatti siamo tre organizzazioni onlus e

SIAMO DALLA PARTE DEI DISABILI.

Dal 2002 siamo stati con voi, credendo in un nuovo modo di rapportarsi con le diversità che rendono ognuno di noi unico.

Vela, corsi, eventi, turismo e tante altre attività da vivere insieme diversamente abili e non.

Oggi siamo felici di condividere con voi la nascita di un nuovo progetto: PEEPUL GROUP.

Le attività fino ad ora gestite dalle diverse organizzazioni trovano una nuova casa comune, dove, grazie alle sinergie tra le varie anime che la compongono, puntiamo a offrirvi molto di più: attività più innovative e coinvolgenti garantendo sempre la nostra apertura verso ogni bisogno speciale.

Stesse persone, stessa passione ma nuovo look!

Seguiteci su Facebook e Instagram (Peepul Group) per restare aggiornati con le numerose novità che abbiamo in programma per voi!

 

La Vision

VOGLIAMO ESSERE UTILI ALLE PERSONE CON DISABILITA’.

VOGLIAMO essere un luogo di crescita e di fermento dove promuovere forme di solidarietà diffuse e benessere sociale, coerentemente ai nostri valori !

Cerchiamo sempre nuove risorse per offrire  strumenti efficaci per l’autonomia delle persone.

SOGNIAMO di non essere più necessari, perché allora vorrà dire che saremmo stati capaci di innescare, in maniera capillare e diffusa, stili di vita etici e solidali e di tessere una rete accogliente in grado di prevenire il disagio.

IN UNA PAROLA LOTTIAMO PER UN CAMBIAMENTO CULTURALE RADICALE NEI CONFRONTI DELLA DISABILITA’!

 

La Mission

NOI organizzazioni del Gruppo Peepul  ci impegniamo ogni giorno a :

  •  sensibilizzare i cittadini “non-svantaggiati” per determinare un cambiamento di mentalità e di atteggiamento nei confronti delle persone con bisogni speciali (disabili, anziani, donne in difficoltà, minori a rischio, ecc.) attraverso azioni concrete di abbattimento di barriere strutturali, culturali e sensoriali
  • mobilitare i cittadini portatori di handicap allo scopo di abbattere gli ostacoli non solo di ordine architettonico, ma soprattutto di tipo psicologico, nella convinzione che il totale cambiamento del “paesaggio fisico e mentale” possa determinare un’evoluzione culturale e civile nella nostra regione.